Navigazione veloce
Istituto Comprensivo Lodi Terzo > Regolamento sulle uscite didattiche e i viaggi d’istruzione

Regolamento sulle uscite didattiche e i viaggi d’istruzione

Norme generali

uscite didattiche e viaggi d'istruzione

  1. La scuola considera i viaggi di istruzione, le visite guidate a musei, le mostre, le manifestazioni culturali di interesse didattico e professionale, le lezioni con esperti e visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, i soggiorni presso laboratori ambientali, la partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi con scuole estere, parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione
  2. Le visite guidate si svolgeranno generalmente in orario scolastico; i viaggi di istruzione, invece, possono protrarsi oltre l’orario scolastico
  3. Il consiglio di classe, di interclasse o di intersezione, prima di esprimere il parere sui relativi progetti, li esamina, verificandone la coerenza con le attività previste dalla programmazione collegiale e l’effettiva possibilità di svolgimento e nell’ipotesi di valutazione positiva, indica gli accompagnatori, compreso l’accompagnatore referente
  4. È prevista la presenza di un docente per classe; se presente, un accompagnatore ogni uno o due alunni in situazione di disabilità, secondo le necessità. In alternativa tre docenti su due classi
  5. Le attività approvate e programmate dai Consigli di Classe, di Interclasse o di Intersezione e dal Collegio dei Docenti rientrano nel Piano delle Uscite e dei Viaggi Didattici della scuola
  6. Si auspica la totale partecipazione della classe. Il limite numerico dei partecipanti al di sotto del quale non verrà concessa l’autorizzazione è pari al 75% degli alunni frequentanti la/le classe/i cui è rivolta la proposta
  7. Saranno prese in considerazione situazioni particolari riconosciute ed adeguatamente documentate bisognevoli di aiuto economico per la partecipazione, ove i fondi lo permettessero
  8. Il Collegio dei Docenti delibera i viaggi d’istruzione e le uscite didattiche, lasciando facoltà ai singoli team di docenti di programmare secondo le proprie esigenze didattiche; un docente si incarica di curare l’organizzazione di ogni singola uscita, il quale dovrà a sua volta mettere al corrente di ogni dettaglio il Referente di plesso e il Coordinatore di classe
  9. Gli alunni dovranno versare la quota tramite bonifico bancario, preferibilmente aggregato per classe, prevista in tempo utile e comunque entro e non oltre il 15° giorno antecedente la data della partenza e devono risultare in regola con la copertura assicurativa prevista per legge; in caso contrario non verrà concessa l’autorizzazione alla partecipazione alla visita o gita d’istruzione.
    I versamenti dovranno essere effettuati dai genitori, anche in collaborazione con i rappresentanti di classe dei genitori, su c/c bancario fornito dalla scuola.
    Gli insegnanti non sono autorizzati a ritirare quote di partecipazione
  10. In via informale il docente organizzatore può chiedere autonomamente notizie utili per la programmazione del viaggio di istruzione senza impegnarsi per conto della scuola
  11. I docenti accompagnatori devono portare con sé un modello per la denuncia di infortunio e l’elenco dei numeri telefonici della scuola, compreso il numero del fax
  12. L’uscita o il viaggio costituiscono vera e propria attività complementare della scuola, quindi vigono le stesse norme che regolano le attività didattiche (vedi Regolamento generale e Regolamento sull’uso del cellulare)
  13. Per le visite guidate di durata compresa entro il normale orario giornaliero delle lezioni si richiederà di volta in volta l’autorizzazione alla partecipazione da parte dei genitori.
    Tutta la procedura amministrativa/contabile sarà svolta dall’ufficio di segreteria, compresa la procedura riguardante la sorveglianza da parte della Polizia di Stato sui mezzi di trasporto
  14. I viaggi d’istruzione possono protrarsi anche oltre la durata di un giorno, purché compatibili con la volontà e la disponibilità degli insegnanti accompagnatori e dei genitori

Regolamento per i partecipanti ai viaggi d’istruzione

  1. Per tutta la durata delle visite guidate e di viaggi di istruzione gli alunni sono considerati a scuola a tutti gli effetti e sono quindi soggetti a tutte le norme disciplinari che regolano la vita scolastica, secondo quanto indicato nel regolamento d’istituto
  2. Si raccomanda la massima puntualità sia alla partenza, sia ai vari appuntamenti che saranno fissati alle soste dai docenti accompagnatori
  3. Portare con sé un valido documento di identità
  4. Non allontanarsi per nessun motivo dal gruppo o eludere anche solo temporaneamente la sorveglianza del docente
  5. Rispettare le persone, le cose, la cultura e le abitudini dell’ambiente in cui ci si trova è indice di civiltà e premessa per un positivo svolgimento del viaggio d’istruzione
  6. Rispettare gli orari per il proprio e altrui riposo: evitare di porsi in situazioni di stanchezza,per non perdere la possibilità di fruire al massimo delle opportunità di crescita culturale e personale offerte dal viaggio di istruzione
  7. Mantenere nei confronti dei vari prestatori di servizi (autisti, personale, guide turistiche ecc …) un comportamento corretto e rispettoso dell’altrui lavoro
  8. Evitare comportamenti chiassosi ed esibizionistici
  9. Tenere presente che eventuali danni arrecati a persone o cose saranno addebitati al responsabile se individuato, o all’intero gruppo in caso diverso.
    Deve essere chiaro che tali comportamenti arrecano un danno enorme all’immagine della scuola e degli allievi che ne fanno parte
  10. Le presenti regole sono dettate per far sì che il viaggio d’istruzione si svolga nel modo più sereno e gratificante possibile
  11. Gli studenti sono quindi chiamati a collaborare spontaneamente alla loro osservanza, evitando ai docenti accompagnatori di far valere la propria autorità, per ottenere ciò che deve essere naturale attendersi dagli studenti di una scuola come la nostra
  12. Non parteciperanno al viaggio di istruzione quegli studenti che in fase di valutazione comportamentale avranno conseguito una valutazione pari a 7 (sette) come indicato nei descrittori contenuti nel PTOF

Azioni previste e documentazione

La documentazione fondamentale da acquisire agli atti è la seguente:

  • Elenco nominativo degli alunni partecipanti e degli accompagnatori destinati per classe (a cura del docente referente)
  • Autorizzazione dei genitori e del Consiglio di Istituto (a cura del docente referente)
  • Programma analitico del viaggio con riferimento agli obiettivi didattico-culturali dell’iniziativa (a cura del docente referente)
  • Richiesta di preventivo da presentare in segreteria che provvederà a produrre i preventivi richiesti (a cura del docente referente)
  • Valutazione dei preventivi da parte del docente referente e conferma da parte della Segreteria
  • Preventivo di spesa definitivo e di disponibilità finanziaria a copertura con indicazione delle quote a carico degli alunni (a cura del docente referente e della segreteria)
  • Certificazioni varie riguardanti l’automezzo da utilizzare (a cura della segreteria)
  • Specifiche polizze assicurative per tutti i partecipanti (a cura della segreteria)
  • Ricevuta di effettuazione del bonifico da parte delle famiglie, preferibilmente cumulativo da parte del Rappresentante dei genitori. I docenti non sono autorizzati a raccogliere denaro o effettuare versamenti

Criteri di restituzione quote

  • All’alunno assente verrà rimborsato solo il costo del biglietto di entrata a musei, mostre ecc. non ancora pagati al momento della prenotazione
  • Per ogni omissione si farà riferimento alla vigente normativa in merito